Sono orgoglioso – a nome mio e della curatrice Mariantonietta Anania – di annunciare che il nostro progetto Ofelia voleva soltanto nuotare da settembre farà parte del prestigioso Premio Pieve Saverio Tutino 2016 dell’Archivio Diaristico Nazionale.

Quello con l’ Archivio dei Diari è stato l’incontro più stimolante della mia vita italiana, proprio per la sensibilità con cui si lavora per preservare la memoria comune della storia italiana. Non sono mai stato uno studente di storia, devo ammetterlo, per questo l’Archivio è un luogo così speciale per me. Perché va oltre la storia tipica e attraverso la raccolta e la tutela delle voci comuni, ci restituisce tante storie ricche di vita, immortalando su un palcoscenico quotidiano una nuova pagina tutta nostra, corale.

Speriamo che l’Archivio possa ancora accogliere in futuro altri progetti artistici come il nostro. Ofelia voleva soltanto nuotare, anche se non rappresenta delle storie dell’Archivio dei Diari, ha lo spirito dell’Archivio al suo cuore – allunga le vite di persone che non ci sono più, raccontandone le storie da protagoniste del nostro tempo.

Io e Mariantonietta abbiamo sentito forte la responsabilità di condividere le storie delle donne italiane che negli ultimi anni sono rimaste vittime per mano di uomini assassini. Per cambiare il modo in cui pensiamo i diritti e ci rapportiamo alle donne. Questo è il nostro obiettivo più importante.

Come l’Archivio protegge migliaia di pagine scritte a mano, noi raccontiamo queste storie, riconosciamo il mondo in cui viviamo e creiamo la forza di cambiarlo.

Grazie a Natalia Cangi, Camillo Brezzi e tutto lo staff dell’Archivio Diaristico Nazionale per questo spazio importante.

Vi aspettiamo tutti numerosi a Pieve Santo Stefano, Arezzo durante il Premio Pieve 2016 (16-18 Settembre) e all’inaugurazione della mostra il 16 Settembre alle ore 20 (Via Roma 11).

Rispondere al nostro evento Facebook qua.

Samuel Webster
www.samuelwebster.com
#PremioPieve
#OfeliaVSN

error: Content is protected !!